Storage Server Client HTPC

Negli articoli precedenti abbiamo illustrato le caratteristiche tipiche di un HTPC che, a grandi linee possono essere sintetizzate come segue: un HTPC Media Center è un PC da salotto che, tramite telecomando ed apposito front-end, ci consentirà di fruire comodamente dei contenuti multimediali in esso memorizzati e che ci consentirà di sintonizzare e registrare le emittenti televisive digitali terrestri e satellitari. Ne consegue che avrà la caratteristica di racchiudere in sè tutte le periferiche utili allo scop0: hard disk, sintonizzatori TV, lettore BluRay o DVD, etc. Ma se poi gli stessi contenuti li vogliamo visualizzare anche su una TV secondaria? Se, mentre facciamo colazione in cucina avessimo il desiderio di vedere il programma registrato la sera prima o se la sera prima avessimo voluto veder finire lepisodio della nostra serie preferita comodamente spaparanzati a letto? Bene, inutile girarci intorno: un HTPC così come lo abbiamo illustrato in queste pagine non ci aiuta nello scopo.

Dobbiamo progettare un HTPC di tipo client-server, ovvero prevedere due o più apparati distinti, collegati tra loro a mezzo di LAN cablata (o via Powerline) o LAN via wireless (questultima se proprio non abbiamo alternativa, dato che potrebbe non avere banda sufficiente per contenuti ad alta definizione) in grado quindi di dialogare tra loro. Nel server troveranno spazio gli hard-disk, i sintonizzatori TV e, più in generale, verranno sistemati tutti i componenti utili alla ricezione, memorizzazione e diffusione dei contenuti, mentre in ogni client avremo solo lo stretto necessario per riprodurre quanto contenuto nel server.

Tuttavia, creare due apparati del tipo descritto non sarà sufficiente: infatti, se non avremo difficoltà ad accedere ai file memorizzati sul server (come accade normalmente in un ufficio), per beneficiare della visione della TV, avremo bisogno di un software dotato di tale funzionalità. In altre parole, la possibilità di estendere localmente i contenuti del nostro HTPC prevede la progettazione specifica di due o più apparati distinti, con caratteristiche convergenti e complementari e ladozione di un front-end capace di venire incontro alle nostre esigenze.

Come conseguenza, la scelta dellhardware dovrà essere ponderata attentamente, affinché ciò che acquisteremo risulti compatibile in primis con il front-end e, più in generale, sia adatta allo scopo. Ciò premesso, è facile intuire che server e client saranno sistemi radicalmente differenti tra loro: banalmente, il server difficilmente sarà impostato su soluzioni mini-ITX mentre è più facile, se non scontato, che lo sia il client. Questultimo avrà una dotazione hardware simile ad un PC (con le differenze già più volte citate), il server dovrà invece offrire spazio a tutte le periferiche necessarie al buon funzionamento del sistema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright HTPC WORLD 2017
Tech Nerd theme designed by Siteturner